L’elogio del cretino

Qualche settimana fa, non ricordo bene su quale quotidiano, ho letto un articolo dedicato ai grandi manager Apple, Google, FIAT (sì, lo so: FCA!) etc etc e alle loro sveglie alle 3-4 del mattino, seguite da sport, caffè o, fin da subito, lavoro.
Che cosa rappresenta un elogio del genere se non “l’elogio del cretino”?
Io non so se questi grandi manager vanno a dormire alle 10 di sera o addirittura alle 9 e quindi, in definitiva, almeno 5-6 ore di sonno a notte se le concedono, ma francamente ne dubito. Soprattutto se hai una famiglia a cui rendere conto – e anche con milioni di euro in tasca, se hai moglie/marito e figli di conto ne devi rendere almeno un po’ – è quasi impossibile andare a dormire a quegli orari, indi per cui: o questi signori si fanno un bel riposino pomeridiano o mentono per crearsi intorno un’aurea da superuomini indistruttibili: chi riuscirebbe a trascorrere interi anni dormendo solo 3 o 4 ore per notte? (E credetemi, di giornate con solo 3 o 4 ore di sonno alle spalle ne ho fatte davvero tante).
Ma perché questo sperticato elogio del cretino mi ha dato così tanto fastidio? Non sono le dichiarazioni dei manager a disturbarmi, ma l’ideologia che sottosta alle loro parole: il culto dell’ultra-efficienza, il lavoro come unico punto focale nella propria vita (se ti svegli alle 3 del mattino per lavorare – e non sei né un contadino né uno schiavo ma un milionario – probabilmente il lavoro è davvero la tua unica ragione di vita).
Che messaggio veicola un quotidiano che dedica un articolo compiaciuto a questo tema? Mi pare ovvio: così si fa, questa è la strada delle persone di successo e – se vuoi esserlo – devi adeguarti. Se non sei in grado di adeguarti sei uno sfigato, e sei uno sfigato sia se vuoi essere come loro e non ci riesci, sia se se non vuoi essere come loro, perché questa è la strada.
Ecco, a me, di questa strada – dell’elogio del cretino – non me ne fotte “un’emerita minchia”.

PS Per approfondimenti sociologici più argomentati vi rimando a futuri post.

L’elogio del cretino

Un pensiero su “L’elogio del cretino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.